Giorno per giorno – 14 febbraio

Nessun essere umano viene al mondo solo, o diviene adulto senza interagire con altre persone. In generale tutti nasciamo e cresciamo in un contesto familiare, fino a raggiungere la maturità. Marito e moglie, genitori e figli, fratelli e sorelle, siamo tutti uniti da un’invisibile legge naturale. Questi legami del cuore esprimono l’essenza di una vera famiglia.

dalla “Mappa della felicità” di Daisaku Ikeda

La forza è felicità. La forza è in sè vittoria.
Non c’è felicità nella debolezza e nella codardia. Quando intraprendete una battaglia, potete vincere o perdere. Ma a dispetto del risultato a breve termine, il fatto di continuare a lottare è prova della vostra vittoria come esseri umani. La vittoria e il mondo di Buddità risiedono nello sviluppo di un forte spirito, una forte fede e una forte preghiera.
Daisaku Ikeda

“Il sole è radioso e la luna è luminosa. Anche le parole del Sutra del Loto sono radiose e luminose, come l’immagine del viso in uno specchio limpido o l’immagine della luna sull’acqua pura. Perciò, come può la dichiarazione del Tathagata “nell’esistenza presente saranno ricompensati con la fortuna” e “nell’esistenza presente otterrà una ricompensa visibile per queste azioni” essere vera per tutti tranne che per te, Nanjo Shichiro Jiro? Il Budda dichiarò che le sue parole non si sarebbero mai rivelate false, neanche in un’era in cui il sole sorga ad ovest o in un tempo in cui la luna spunti dal suolo. Non può quindi esserci il minimo dubbio che lo spirito del tuo defunto padre sia ora in presenza del Budda Shakyamuni, il signore degli insegnamenti, e che tu stesso riceverai grandi benefici in questa vita. Com’è meraviglioso, come è splendido!”

Dal Gosho “Fortuna in questa vita” (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 583-584)

“Alcuni hanno moglie, figli, seguito, possedimenti, oro, argento o altri tesori, a seconda della loro condizione. Altri non possiedono nulla. Comunque, che uno sia ricco o no, niente è più prezioso del tesoro che chiamiamo vita. Per questo motivo gli uomini del passato che furono chiamati santi e saggi offrirono la loro vita al Budda, e in seguito divennero Budda.”

Dal Gosho “L’offerta del riso” (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 997)

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s